Il 25 agosto 2017 è entrato in vigore il Decreto Ministeriale n. 197 del 7 agosto 2017 riguardo la nuova regola tecnica prestazionale.
L’ambito di applicazione è circoscritto agli edifici e ai locali, nuovi o esistenti, adibiti ad attività scolastiche di ogni ordine, grado, collegio e accademia con un numero superiore a 100 occupanti, al di sotto del quale possono far comunque riferimento. Sono esclusi dalla normativa gli asili nido, le scuole aziendali e gli ambienti didattici locati in edifici di attività non scolastiche.
La novità risiede nella possibilità di scelta rimessa al progettista tra la nuova normativa e quella precedente del 1992, potendo così fare maggiore attenzione sulla realtà di partenza in cui si trova a svolgere il lavoro, con lo scopo di attuare, a parità di sicurezza, la soluzione più compatibile e più economica. Fino al 31 dicembre 2019 il nuovo D.M. coesisterà con la precedente legge del 1992, affinchè il Ministero dell’Interno e il Miur possano monitorare l’applicazione della nuova norma per apportare eventuali modifiche e correzioni.
Dopo questa data si potrà decidere di applicare esclusivamente il D.M. del 2017 in sostituzione di quello del 26 agosto 1992, che potrà quindi essere abrogato.

Scarica la Gazzetta Ufficiale per il Decreto Ministeriale completo: Gazzetta Ufficiale n° 197 del 24 agosto 2017

:
Back

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI

Riceverai comunicazioni e inviti esclusivi in caso di eventi e convegni

Inviando accetti i termini della privacy. Per maggiori informazioni visita la pagina della privacy policy.

Articoli recenti

Categorie

Tag