Dal 5 gennaio il decreto del Ministero dell’Interno n.4 sui “Requisiti dei distributori degli impianti di benzina, attrezzati con sistemi di recupero vapori” è sulla Gazzetta Ufficiale.
Il decreto, che entrerà in vigore il 4 febbraio, interessa i distributori degli impianti di benzina provvisti di sistemi di recupero dei vapori che si creano durante le operazioni di rifornimento, e che vengono trasferiti in un impianto di deposito presente presso l’impianto di distribuzione di benzina ai sensi dell’art. 277 del d. lgs. 152/2006.
La norma, che si pone come obiettivo la prevenzione degli incendi, o quantomeno la salvaguardia delle persone e la tutela dei beni nel caso di incendi, stabilisce le regole da seguire e la modalità di realizzazione dei sistemi di recupero dei vapori.

Per raggiungere obiettivi di sicurezza e prevenzione è necessario:
a) minimizzare le cause di incendio ed esplosione
b) limitare la produzione e la propagazione di un incendio all’interno degli impianti di distribuzione di benzina e delle zone limitrofe
c) assicurare la possibilita’ che gli occupanti lascino le aree degli impianti di distribuzione di benzina indenni o che gli stessi siano soccorsi
d) garantire la possibilita’ per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza.

È inoltre necessario che i sistemi di recupero dei vapori debbano essere conformi al d. lgs. 85/2016, che siano dotati di marcatura CE e della relativa dichiarazione di conformità.

Il d. m. 27/12/2017 dalla sua entrata in vigore, abrogherà l’art. 5 comma 1 del d.m. 16/5/1996, sostituito da d.m. 27/1/2006 di cui resta salva la lettera c.

Per ulteriori informazioni: www.gazzettaufficiale.it

:
Back

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti

Categorie

Tag