Il 18 luglio 2018 è stata pubblicata dal Ministero dell’Interno una direttiva sulle misure di sicurezza per le pubbliche manifestazioni e per gli eventi di pubblico spettacolo. A solo un anno dalla precedente emanazione si è resa necessaria una revisione delle linee d’indirizzo: la nuova direttiva ha l’obiettivo di una reductio ad unum delle precedenti linee e ha lo scopo di assicurare un approccio flessibile alla gestione del rischio.

Il provvedimento indica prassi e passaggi che spettano a organizzatori e Comuni per comunicare e pianificare le modalità di gestione del rischio e va a ridefinire alcuni passaggi procedurali per favorire la migliore parametrazione delle misure cautelari rispetto alle “vulnerabilità” in concreto rilevate in relazione a ciascun evento, nell’ottica di superare le criticità applicative delle precedenti direttive rendendo le prescrizioni maggiormente conformi alle peculiarità del territorio e delle manifestazioni programmate a livello locale.
Le precedenti linee di indirizzo cui la Direttiva fa riferimento sono contenute nella Direttiva del Capo di Gabinetto del Ministro dell’Interno Morcone 28 luglio 2017 “Direttiva sulle manifestazioni pubbliche – Sicurezza integrata per la security e la safety”. Linee guida, che a sua volta faceva seguito a due circolari, a firma rispettivamente del Capo della Polizia-Direttore Generale della Pubblica Sicurezza e del Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, emanate a margine dell’incidente occorso in occasione della finale di Champions League del giugno 2017.

Il sottosegretario all’Interno Molteni ha commentato così la notizia “La direttiva costituisce una rivisitazione e ricompone in un quadro unitario le precedenti linee di indirizzo per consentire l’individuazione di più efficaci strategie operative assicurando l’incolumità e la sicurezza dei partecipanti e, nel contempo, il rispetto delle tradizioni storico – culturali e del patrimonio economico – sociale delle collettività locali che costituiscono una risorsa da valorizzare”.

:
Back

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti

Categorie

Tag